Melanzane, peperoni e zucchine: le vitamine e i colori dell’estate | Nonna Nannina

Melanzane, peperoni e zucchine: le vitamine e i colori dell’estate

Complice il caldo e le alte temperature, d’estate consumiamo tutti più ortaggi e verdure. Per fortuna, l’orto ci regala tante prelibatezze con cui possiamo realizzare qualsiasi tipo di portata, dall’antipasto al dolce.

Continuiamo il nostro viaggio all’interno degli ingredienti protagonisti delle tavole estive con tre veri fuoriclasse: melanzane, peperoni e zucchine. Non voglio assolutamente sminuire il pomodoro, i fiori di zucca (di cui ho parlato in un articolo precedente illustrando proprietà, benefici e pizze con fiori di zucca), i cetrioli, le carote, i fagiolini e i tanti meravigliosi frutti dell’orto che questa stagione ci regala. Però, davvero, questi tre ortaggi sono talmente versatili che possono risolvere sia un pranzo all’ultimo minuto che essere ingredienti principali di piatti più elaborati.

Conosciamoli più da vicino e vediamo quali sono le loro caratteristiche e le loro proprietà nutrizionali.

 

La melanzana: la regina della cucina mediterranea

Non ci crederete ma la melanzana è uno degli ortaggi più dietetici che esistano. Certo, dici melanzana e il primo pensiero va alla parmigiana o alle melanzane a funghetti, rigorosamente fritte. Non voglio demonizzare la frittura che, se fatta bene, può solo esaltare questo straordinario ingrediente. Ci tengo però a soffermarmi, visto che siamo su Pizza & Salute, sulle proprietà benefiche delle melanzane, che non sono poche.

Originaria dell’Oriente, la melanzana è stata portata in Europa dagli Arabi e ha trovato la sua massima espressione nell’area mediterranea. Soprattutto nell’Italia meridionale, dove è uno degli ingredienti protagonisti non solo delle ricette estive ma di tutto l’anno.

Ne esistono diverse varietà: nere, viola, striate, tonde, lunghe, dritte, curve, ognuna adatta a una preparazione specifica.

Tornando alle sue proprietà, non tutti sanno che la melanzana è un ortaggio drenante e diuretico, poiché costituito per la maggior parte da acqua. È inoltre ricca di sali minerali come potassio, fosforo e magnesio, e di vitamine. L’alta presenza di fibre la rende anche utile per favorire il traffico intestinale e combattere il colesterolo.

Le melanzane hanno un alto potere antiossidante e proprietà antinfiammatorie e – udite udite – solo 25 calorie per 100 grammi! Ovviamente, dimenticate tutto se le mangiate unicamente fritte e nella parmigiana!

L’eccezionalità di questo ortaggio sta proprio nella sua grande versatilità e nell’infinità di preparazioni che si possono fare. Grigliate, lesse, fritte, al forno, ripiene, a involtini, a funghetti, con la pasta, come contorno, nelle polpette, persino con il cioccolato: le ricette da preparare con le melanzane sono infinite.

Attenzione però: le melanzane vanno sempre consumate cotte, poiché contengono la solanina, una sostanza tossica che scompare solo dopo la cottura.

Da non trascurare anche un’altra operazione da fare sempre prima di procedere a qualsiasi preparazione: ricoprire le fette o i tocchetti di melanzane con sale grosso e lasciarle riposare per almeno un’ora. Trascorso questo tempo, bisogna sciacquarle sotto l’acqua corrente e strizzarle, in modo da eliminare l’amaro tipico di questo ortaggio.

Zucchine: dietetiche e salutari

Le zucchine rappresentano il classico alimento che piace praticamente a tutti. Sarà per il colore, sarà perché si digeriscono facilmente, ma persino i bambini, che notoriamente rifiutano tutto ciò che è di colore verde, li mangiano senza battere ciglio. Con grande gioia di genitori e nonni, che possono così preparare numerosi piatti con protagoniste le zucchine.

Anche di zucchine ne esistono diverse varietà e, rispetto alle melanzane, possono essere consumate persino crude.

Oltre ad essere dietetiche e prive di grassi e colesterolo (100 grammi hanno solo 11 calorie), le zucchine hanno anche molte proprietà benefiche e, per questo, a noi di Pizza & Salute piacciono tanto. Originarie dell’America Centrale, contengono vitamina A, vitamina C, acido folico, potassio, manganese, fibre, sodio, ferro, calcio, fosforo e alcuni aminoacidi essenziali tra cui lisina, arginina, tirosina e triptofano. Inoltre, nelle zucchine sono presenti anche molte sostanze antiossidanti.

Grazie alla presenza dell’acido folico, le zucchine vengono consigliate persino alle donne in gravidanza. La loro digeribilità le rende inoltre adatte anche per la preparazione di pappe per la prima infanzia. In ultimo, si riconoscono a questo ortaggio proprietà decongestionanti e calmanti.

Non possiamo dimenticare che delle zucchine si mangiano anche i fiori, che differiscono leggermente dai fiori di zucca per forma e colore.

La versatilità delle zucchine le rende adatte a preparare risotti, primi piatti, deliziosi contorni, parmigiane e anche dolci. Da crude, invece, tagliate a julienne, insaporiscono insalate e piatti freddi con tutta la loro freschezza.

spaghetti alla Nerano

Gli spaghetti alla Nerano di chef Nausica Ronca dell’Osteria Nonna Nannina

Peperoni: un concentrato di vitamine e colori

E veniamo ai peperoni, gli ortaggi più variopinti tra i prodotti della terra. Originari dell’America Meridionale, sono diventati degli ingredienti indispensabili nella dieta mediterranea. Rossi, gialli o verdi, li troviamo ormai sui banchi di frutta e verdura tutto l’anno ma è in estate che i peperoni danno il meglio, grazie anche al loro alto contenuto di acqua. Appartengono alla stessa famiglia delle melanzane, le Solanacee, e come queste ultime hanno proprietà eccezionali. I peperoni sono composti al 92% di acqua e contengono meno di 30 calorie per 100 grammi (quelli verdi hanno addirittura 20 calorie per 100 grammi) . Ma la loro grande forza sta nel contenuto di vitamina C, ben 4 volte superiore a quello degli agrumi. A cui si aggiungono vitamina A, le vitamine del gruppo B ed E, J e K, che ne fanno uno degli ortaggi con il più alto potere antiossidante. Per finire, tanti sali minerali preziosi come fosforo, magnesio, potassio, ferro e calcio.

Tra le altre sostanze contenute nei peperoni, c’è anche la capsaicina, che ha proprietà antibatteriche e analgesiche. In più, abbassano il colesterolo e aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari.

Che dire… un concentrato di salute e benessere a portata di mano!

Alcune persone, pur adorando i peperoni, non riescono a digerirli facilmente (ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale). Questo perché sulla buccia è presente la solanina (la stessa delle melanzane) che, in quantità eccessive, può causare intolleranze. Per ovviare al problema, oltre a consumare i peperoni senza buccia, è consigliabile rispettare la stagionalità di questo ortaggio. D’estate, infatti, producono meno solanina e risultano molto più digeribili.

Anche i peperoni si prestano a numerose preparazioni in cucina, sia cotti che crudi. Possono essere preparati grigliati, in padella, fritti, al forno, ripieni, come condimento per la pasta, come pinzimonio e come contorno sia per carni che per pesce.

La pizza ortolana: un trionfo di verdure di stagione

Per celebrare degnamente le tre verdure protagoniste dell’estate questa volta non vi do una ricetta. Mi sono limitata a suggerire alcune preparazioni perché melanzane, peperoni e zucchine sono probabilmente tra gli ingredienti più comuni e versatili della cucina mediterranea (e non solo) e scegliere una sola ricetta per ognuno sarebbe stata un’impresa ardua.

Voglio però omaggiare una pizza che ormai è un evergreen, un classico della tradizione che non stanca mai e che rappresenta la celebrazione delle verdure dell’estate: la pizza ortolana. Realizzata con melanzane, peperoni e zucchine, è un vero trionfo dell’orto della  stagione estiva.

Quella che vedete in foto è l’ortolana di Nonna Nannina Osteria e Pizzeria Contadina di Cava de’ Tirreni, ribattezzata per l’occasione Orto di Nannina, con melanzane a funghetto, zucchine saltate, peperoni arrostiti, pomodorini, basilico e fior di latte.

Non c’è bisogno di dire che è sempre una delle pizze più richieste in estate, quando si hai voglia di mangiare una pizza leggera ma non si vuole rinunciare ai sapori intensi e decisi della terra.

 

pizza ortolana nonna nannina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *