la famiglia

chi siamo

pasquale

Sono il primo nipote di Nonna Nannina (Anna Milito) e da bambino rimanevo affascinato dai prodotti del suo orto, guardavo la nonna nella semina e rimanevo estasiato dai germogli di quei futuri frutti.
Il sabato la Nonna mi svegliava alle 7:00 perchè era la giornata per “Arracquare” innaffiare i campi per andare con lei nella vicina località Pregiato a fargli compagnia e per mettermi a guardare i solchi se rompendosi facessero fuoriuscire l’acqua che potente li invadeva. Nel 2002 ho la possibilità di lavorare come operatore FOOD a Milano, Parma e Pisa.
Specialmente a Parma scopro il concetto del FOOD EXCELLENCE, mi innamoro di questa terra e collaboro con vari operatori del settore come CHEF, Salumieri, Pescivendoli, “Fruttaioli”, che mi trasmettono un concetto differente, dove il cibo è messo al centro, incontrastato dalla forte ‘sofisticazione‘ che oggi si tende ad eseguire per stupire i clienti.
Nel 2011 viaggio alla volta della Grecia, ci rimango per un anno, metto su una lavorazione di Acciughe Salate ed è lì che mi avvicino alla cultura mediterranea, ho avuto modo di conoscere persone e chef stupendi che mi insegnano ciò che forse in Italia si è un po’ perso, “la natura scarna delle cose e del buon cibo“.
Nel 2012, al ritorno da queste esperienze rincaso da Nonna Nannina, aveva una ruga in più….. l’abbraccio e capisco che ero stato fortunato ad averla avuta come tale perchè rispecchiava un po’ quella naturalezza trovata anche altrove. Capisco che dovevo studiare la dieta mediterranea, scappo a Pioppi (SA) e lì parlo con due vecchietti….. mi raccontano storie fantastiche e mi parlano di un certo Ancel Keys, uno Statunitense che forse come me trovò nella nostra terra un po’ quello che io qualche anno fa ho trovato in Grecia….e cominciai a studiare, come mai tanta longevità in quelle terre del CIlento… dalle quali nacque la oggi famosa “Dieta Mediterranea”. Da qui siamo partiti, da Salerno, dal territorio circostante dal quale prendiamo tutto ciò che madre natura possa donarci per sostenerci…. da qui nascono le nostre pizze.

nausica

Sono dieci anni che faccio parte della famiglia di Nonna Nannina oggi diventata “Bis Nonna Nannina” grazie alla nascita di mio figlio Gaetano.
Da lei ho imparato ad ascoltare, ed i suoi consigli mi hanno portato ad avere successo in ambito lavorativo e familiare.
Ho un trascorso ricco di esperienze diverse che hanno contribuito a formare il carattere.
All’età di un anno e per tutti gli anni fino all’adolescenza trascorrevo i tre mesi estivi in Grecia in quanto la mia famiglia era titolare di un azienda di salagione di acciughe.
Ho imparato la lingua, le abitudini, le tradizioni e l’arte culinaria, infatti so cucinare tutte le principali pietanze greche.
A 18 anni dopo aver conseguito la maturità scientifica sono stata assunta dalla iasa S.r.l. (azienda leader nel campo di conserve alimentari) come contabile.
Durante il periodo di assunzione sono emerse le mie doti di venditrice grazie al mio carattere solare, infatti ho iniziato a partecipare ad innumerevoli fiere alimentari di considerevole importanza internazionale.
Da qualche anno il food è diventata la mia passione ed ho iniziato ad elaborare ricette per Nonna Nannina pizzeria, diventando così la Cuoca Della Nonna, senza abbandonare ciò che da sempre mi è più congeniale ovvero le relazioni con il pubblico.

maddalena

Io sono la quarta nipote di Nonna Nannina. Da questa donna dalle qualità ammirevoli ho ricevuto l’impronta contadina ed il vero significato di “tradizione”. La mia esperienza nel campo della ristorazione comprende non soltanto la capacità di riconoscere i prodotti secondo lo “Slow di Nonna Nannina”, ma anche il senso della cura e della trasformazione dei frutti del raccolto.
Vivo ancora con lei ed il mio percorso di crescita non è ancora terminato…

daniele

Mi chiamo Daniele e sono il terzo nipote di Nonna Nannina. Ho svolto le mie prime esperienze nel campo della ristorazione in uno storico albergo di Cava de’ Tirreni, l’Hotel Scapolatiello, ma la vera passione per il “cibo sano, giusto e pulito” l’ho acquisita in famiglia, con la nonna, dove fin da piccolo sono stato a contatto con l’amore e la dedizione verso la cucina e le ricette di una volta. Nonna Nannina, oltre alla cura del suo orto, preparava almeno un paio di volte al mese il pane (i famosi “vascuotti), le pizze fatte in casa e i biscottini dolci. Ho così scoperto i segreti di un buon impasto e accanto a quel forno a legna ho potuto apprendere le basi di una buona cottura. In seguito ho perfezionato quello che attualmente è la mia passione ed il mio lavoro per cui oggi sforno con la massima accuratezza pizze d’eccellenza prima che arrivino nelle case dei nostri clienti. Per la cottura seguo un protocollo serrato, pulizia forno e pizza cotta al punto giusto, stando attento che non si formino eccessive bruciature.